In evidenza : Avvento 2018- Visita agli ammalati – Esercizi Spirituali

 

AVVENTO 2018

“IO IL PRESEPE L’HO FATTO” 9 dicembre 2018

Nella tradizione cristiana con la festa dell’Immacolata Concezione di Maria si apre il presepio.

Andando per le case, in questo tempo d’Avvento, la gente mostra con compiacenza, magari piccolo, magari in un angolino, il suo presepio. Una anziana  signora mostrandomi il suo presepio mi diceva: ”Ha tutte le statuine un po’ beccate, ma io un segno per il Natale lo voglio in casa, ho incominciato a fare il presepio quando i miei figli erano piccoli, e l’ho fatto con i nipotini e ora lo faccio anche se  tutti sono cresciuti e io sono  diventata vecchia. Io il presepio, fin che potrò, lo faccio”.

Non entro nelle polemiche che ogni Natale vengono fuori sul presepio sì e il presepio no e capisco anche che il presepio non è certamente  sufficiente per vivere da cristiani il Natale.

Il presepio però può ricordarci che Gesù è venuto tra noi per amore e solo per amore nostro e mi può forse aiutare a vivere il Natale con un po’ più di amore, un po’ più di bontà e a rinnovare un po’ la nostra fede e la nostra speranza nel Signore .

E allora ritorni nelle nostre famiglie questo segno semplice e bello del presepio che non offende nessuno ma può far ritornare in noi la nostalgia di un rapporto più umano, più gentile, più solidale e più cristiano tra di noi. E anche noi come i pastori proviamo a metterci in cammino per incontrare il Bambino Gesù che è nato per noi ed è venuto a portare a tutti la sua pace e la sua gioia perché impariamo anche noi a volergli bene volendoci bene tra di noi.

Io il presepio l’ho fatto!

Don Natale

Incomincia con questa domenica il tempo santo dell’Avvento. 2 dicembre 2018

E’ un tempo da vivere insieme: chiamiamo allora anche altri, tutti a mettersi in cammino con le nostre comunità. E’ quello dell’Avvento un tempo bello che ci invita all’attesa di Colui che continuamente viene.

E’ un tempo carico di riconoscenza perché ci ricorda che Gesù è venuto a cercarci, si è fatto uomo, per raccontarci del grande amore e della nostalgia che Dio ha per noi uomini.

E’ tempo per mettere un po’ di ordine nella nostra vita e liberare dal peso del male la nostra coscienza con il perdono di Gesù. E’ tempo di vigilare sui nostri rapporti: rapporto con Dio e rapporti con le persone, rapporti con gli avvenimenti della storia dove Dio continua a manifestarsi.

L’Avvento ci invita a “perdere un po’ di tempo” per fare il segno del presepe e dell’albero in famiglia, per stare un po’ di più con i nostri di casa e per guardare un po’ più in là del nostro piccolo orticello.

Impareremo allora ad essere più disponibili, a dare un po’ del nostro tempo per essere di aiuto a qualcuno, a dire una buona parola e soprattutto ad ascoltare e fare un po’ di compagnia a chi vive momenti di solitudine e di tristezza.  Compiamo qualche gesto di disinteressata amicizia e di solidarietà!

L’Avvento è tempo di gioia che va attinta dalla Parola di Dio per imparare a fare una vita più semplice, più pulita e così più bella.  Buon cammino di Avvento a tutti nel Signore Gesù.

Don Natale

VISITA AGLI AMMALATI

 Carissimi, con questa settimana inizio la visita agli anziani e malati nelle case. Mi pare giusto infatti venire ad incontrare per primi voi,  che vivete questa stagione della vita con l’esperienza della fragilità e delle ferite della malattia: sarà un incontro di conoscenza e, per chi lo desidera in vista del Natale, anche l’incontro con la Confessione e la s. Comunione.

Mi accompagneranno, facendomi da guida, i Ministri straordinari della Comunione che già conoscete per il bellissimo servizio che fanno di portarvi Gesù nella santa Comunione. Li ringrazio di cuore e invito a rivolgervi a loro o in canonica se ci fossero delle persone che avessero desiderio di una visita dei sacerdoti per il tempo di Natale. Mi faccio precedere dalla preghiera alla Madonna della Salute perché sia Lei ad accoglierci nel nostro incontro. Chiedo anche a voi di unirvi con la vostra preghiera tanto più significativa in quanto resa preziosa dalla fatica della anzianità e della sofferenza.

Nell’attesa di incontrarvi “Ve saudi e ve auguri ogni ben nel Signor”.

Don Natale

 

Questa settimana don Natale farà VISITA AGLI AMMALATI delle seguenti vie:

Lunedì 10 e Martedì 11: Sindacale;

Mercoledì 12: Frassine e Cavanella;

Venerdì 14: Lemene, Falconera, Gabriela, Barche, Manin, San Giacomo e Comm. Furlanis.

AVVENTO 2018

ESERCIZI SPIRITUALI PAROCCHIALI

  • Con il prossimo anno 2019 la nostra Unità Pastorale di Concordia-Teson-Sindacale e Cavanella/Paludetto insieme con la forania di Portogruaro avrà la Visita Pastorale del nostro Vescovo Giuseppe.
  • L’indirizzo che il Vescovo ha dato a questa sua visita a tutte le Unità Pastorali e le parrocchie delle Diocesi di Concordia-Pordenone è significativamente espresso dalla frase evangelica che il Vescovo ha scelto per annunciarla: ”Oggi devo fermarmi a casa tua”.

Collegandosi ad essa don Federico, nostro collaboratore festivo e oltre, ha scandito il tempo dell’Avvento di quest’anno con 4 proposte di riflessione-preghiera che affido a tutti voi con una certa forza sicuro che esse ci faranno bene, se posso dire, all’animo e anche al corpo liberandoci la mente da tanti assilli fuorvianti che ci distraggono e ci ingolfano la vita. Questi incontri fissano con tempi e modalità diverse quello che già come Unità Pastorale veniva fatto sotto il titolo di “Esercizi spirituali parrocchiali”.

Queste le modalità degli incontri dalle 20.30 alle 21.30:

Ore 20,30: apertura dell’incontro con l’Esposizione del Santissimo

  • silenzio di adorazione personale
  • lettura e commento del brano del vangelo proposto
  • tempo di silenzio di riflessione-preghiera e possibilità della confessione personale

Ore 21,15 canto di compieta e benedizione eucaristia

Ore 21,30 fine dell’incontro.

Tutti i Giovedì di avvento, in cattedrale:

29 novembre: …CASA DEL PECCATORE – Mt 9,9-15

6 dicembre: …CASA DELLE LACRIME – Lc 7,36-50

13 dicembre: … CASA DELLA BEATITUDINE – Lc 1,39-56

20 dicembre: … CASA DEL TRAVAGLIO – Mt 1,18-25

 

INGRESSO MONS. NATALE

 ANCORA GRAZIE….

Carissimi Concordiesi, desidero esprime nuovamente, prima di tutto, il mio grazie  per la cordiale e bellissima accoglienza  che avete riservata al mio ritorno a “cjasa a Cuncuardia”.

Come ho già detto sono contento di essere, dopo tanti anni, di nuovo qui con voi.

Riprendiamo insieme il cammino io, da parte mia, cercherò di tenere il vostro passo anche se so essere impegnativo e spedito per le tante iniziative e proposte pastorali presenti in tutte le nostre comunità di Concordia, Teson, Sindacale, Cavanella e Paludetto.

Voglio anche esprimere un ricordo e un ringraziamento particolare ai parroci che mi hanno preceduto come pastori in questo territorio che ho conosciuto e apprezzato, i Monsignori: Rosin, Cesco, Mascherin e Corazza.

A tutti voi collaboratori e a tutti quelli a cui sta a cuore la vita delle nostre comunità con semplicità e affetto ripeto “Vi voglio bene” e da ora cercherò di volervene sempre più.

Maria Santissima, i nostri santi protettori e i Santi Martiri Concordiesi ci accompagnino e ci guidino ad incontrare il Signore Gesù nostra unica e vera salvezza.

Nel Signore ancora grazie e buon lavoro.                                                                   don Natale