Benvenuti

Un cordiale saluto di benvenuto a chi visita questo sito della Parrocchia di santo Stefano protomartire di Concordia Sagittaria, di san Pio X di Teson e di san Giuseppe operaio di Sindacale.

Qui trovate, oltre alle notizie sulle rispettive parrocchie, anche informazioni e proposte della Scuola dell’infanzia – Santi Martiri Concordiesi – e Nido Integrato e l’Oratorio – Santo Stefano – facenti sempre capo alla Parrocchia di Concordia Sagittaria.

Cosa potete inoltre  trovare in questo sito?

Notizie sulla millenaria e gloriosa storia di Julia Concordia Sagittaria, sulla sua Cattedrale, sulla Basilica Apostolorum, sul Battistero, ecc.

– Proposte per la meditazione e la preghiera quotidiana.

– Informazioni settimanali sulle attività e le iniziative della Unità Pastorale Concordiese, brevi riflessioni su argomenti di attualità riportate sul foglio settimanale “Canta e Cammina”.

Chi è chi vi parla? Sono don Natale Padovese prete dal 24 giugno 1973 e Parroco delle tre parrocchie dal novembre 2018. Dopo essere stato prete a Pordenone, Fiume Veneto e Spilimbergo sono venuto qui a Concordia e per me questo è stato un ritorno a casa in quanto sono originario proprio di Concordia.

 Nel servizio pastorale  insieme con me ci sono: don Enrico Facca Vicario Parrocchiale,  don Federico Zanetti  Collaboratore festivo e  mons. Sergio Deison Penitenziere.

 

Vi saluto e vi auguro buona navigazione in questo sito parrocchiale.

                                      Il parroco don Natale Padovese

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è PRETI-1024x511.jpg

Mons. Sergio Deison, don Enrica Facca, mons. Natale Padovese e don Federico Zanetti.

Concordia ha poi la fortuna di avere da 70 anni una comunità di religiose, discepole di San Luigi Scrosoppi, le suore della Provvidenza, che svolgono il loro servizio in Asilo e  non solo.

Mi piacerebbe che guardando al passato, prendessimo la rincorsa per essere testimoni oggi del vangelo di Gesù.

I santi martiri di Concordia, che hanno dato la vita per il Vangelo  sulle sponde del fiume Lemene nel 304 d.C., ci incoraggiano a trovare in Gesù sempre nuovo e gioioso senso alla vita.